Il percorso da seguire, le risorse da leggere e gli scrittori del codice da imitare.

ABC della programmazione

Ogni volta che si studia un nuovo linguaggio di programmazione si deve capire:

  1. se si tratta di un linguaggio compilato, interpretato o JIT compiled (just in time, una modalità ibrida, avviene per esempio per il Java)
  2. se si tratta di un linguaggio procedurale od orientato agli oggetti
  3. se è un linguaggio case sensitive; come si termina ciascuna istruzione; come si racchiudono i blocchi di comandi
  4. come si dichiarano le variabili e di quali tipi possono essere, qual è il loro ambito di applicazione (lo scope)
  5. come si dichiarano le funzioni e di quali tipi possono essere
  6. se sono previsti, come si dichiarano gli oggetti, i loro metodi e le loro proprietà
  7. come si dichiarano i cicli
  8. come si dichiarano le strutture condizionali

Cosa devi studiare per la programmazione web

  1. l’HTTP, il protocollo per parlarsi nel web
  2. l’HTML, la struttura di una pagina web e dei suoi contenuti, un linguaggio di markup
  3. il DOM, l’insieme di elementi HTML di una pagina web, così come la vede un browser
  4. i CSS, i fogli di stile, applicano degli stili agli elementi del DOM per la presentazione grafica
  5. il JavaScript, che interagisce con gli elementi del DOM: programmazione (scripting) client side; oggi estesa anche al server side
  6. un linguaggio di programmazione server side come il PHP
  7. MySQL: salvare i dati negli archivi, i database e i DBMS

Quali strumenti servono?

Code Editor

  • Sublime Text
  • Atom

Strumenti di sviluppo web dei browser (in particolare per il debug)

  • Mozilla Firefox
  • Google Chrome

Corsi free

EDX – Corsi W3C – HTML, CSS, JavaScript

EDX – percorso Microsoft front-end development

Sviluppatori da seguire online

WordPress

Alessandro Castellani

Morten Rand-Hendriksen

Jeff Star

Marchetti Design

Persone da cui farsi ispirare

The Amazing Rear Admiral Grace Hopper , senza la quale i computer erano destinati a svolgere solo operazioni aritmetiche o compiti specifici, mentre oggi possono essere programmati con linguaggi vicini a quello naturale (inglese) e che sono general-purpose.

Tim Berns-Lee senza il quale il WEB non sarebbe come lo conosciamo.

Livello successivo

Come in tutte le attività dopo l’ABC ci aspetta un nuovo livello da affrontare, con entusiasmo 😉

Andranno approfonditi i seguenti ambiti:

  • ogni browser o in generale ogni agent web ha il suo motore di rendering per visualizzare le pagine web (engine)
  • accessibilità, ergonomicità
  • performance
  • librerie e framework maggiormente utilizzati nel web
  • competenze trasversali (SEO, grafica, …)